Triennio
Costruzioni, Ambiente e Territorio

Costruzioni, Ambiente e Territorio

Gli obiettivi

Il diplomato possiede:

  • Competenze nel campo dei materiali e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell’impiego degli strumenti per il rilievo, nell’uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • Competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • Competenze nella stima di terreni, fabbricati e altre componenti del territorio, nonché dei diritti che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • Competenze relative all’amministrazione di immobili;
  • Competenze nel contenimento dei consumi energetici e nell’impiego delle fonti energetiche alternative;
  • Competenze nel risanamento architettonico e strutturale degli edifici;
  • Competenze in materia urbanistica;
  • Competenze inerenti l’utilizzo degli strumenti informatici per la restituzione grafica di progetti (CAD) e rilievi topografici (GIS).

Sbocchi professionali

Le competenze acquisite dal diplomato gli permettono di:
Avere accesso a qualsiasi facoltà universitaria;
Inserirsi nel mondo del lavoro come:

  • IN MATERIA EDILE – progettista, direttore dei lavori, assistente di cantiere, coordinatore per progettazione/esecuzione di opere edili;
  • IN MATERIA CATASTALE – esecuzione rilievi topografici e frazionamenti, esecuzione pratiche catastali di terreni e fabbricati.;
  • IN MATERIA TECNICA – coordinatore per progettazione/esecuzione della sicurezza sui cantieri edili e dei suoi luoghi di lavoro in genere, consulente igiene ambientale;
  • IN MATERIA CONDOMINIALE- amministratore immobili;
  • IN MATERIA ESTIMATIVA – valutazione immobili civili e industriali, valutazione aree agricole e edificabili, stesura di computi metrici estimativi, preventivi e consuntivi;
  • Accesso ai corsi post-diploma come gli ITS o gli IFTS.

Triennio
Tecnologie del Legno nelle Costruzioni

Tecnologie del Legno nelle Costruzioni

Gli obiettivi

Il diplomato possiede:

  • Competenze nel campo dei materiali e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell’impiego degli strumenti per il rilievo, nell’uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • Competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • Competenze nella stima di terreni, fabbricati e altre componenti del territorio, nonché dei diritti che li riguardano, comprese le operazioni catastali;
  • Competenze relative all’amministrazione di immobili;
  • Competenze nel contenimento dei consumi energetici e nell’impiego delle fonti energetiche alternative;
  • Competenze nel risanamento architettonico e strutturale degli edifici;
  • Competenze in materia urbanistica;
  • Competenze inerenti l’utilizzo degli strumenti informatici per la restituzione grafica di progetti (CAD) e rilievi topografici (GIS).

Sbocchi professionali

Le competenze acquisite dal diplomato gli permettono di:
Avere accesso a qualsiasi facoltà universitaria;
Inserirsi nel mondo del lavoro avendo a disposizione una molteplice gamma di possibilità quali:

  • Collaborazione nelle industrie del legno con capacità grafiche, di calcolo e progettuali per costruzione di nuovi edifici ad uso residenziale, sportivo e di pubblico utilizzo in genere; ristrutturazione di antiche costruzioni in legno; costruzione di ponti e passerelle pedonali.;
  • Progettazione e direzione lavori di edifici prefabbricati e modulari in legno, specialmente ad elevata prestazione energetica e con caratteristiche antisismiche;
  • Collaborazione nella realizzazione di opere di ingegneria ambientale;
  • Accesso ai corsi post-diploma come gli ITS o gli IFTS.